RETWITTING

di Francesca Mazzucato

@samuelbeckett_ what would I do what I did yesterday and the day before

citazioni esplorano il mio stato d’animo con allarmante precisione

la realtà ha gia tutto

it is already here dice il maestro rodney smith

eppure qui riporta solitudine che occulto

alla bellezza, drammatica bellezza, a lei ritorno

E quando la bellezza diventa la bellezza che fa male

ho questi sussulti

cose verdi non di carta velina

cose vere e non aleatorie e volatili

le parole insistono carezzano, intorbidano, si dispiegano implacabili

Le parole devono risuonare

Smarrire la polvere dell’abuso, devono, le parole

Rimpiangono, angosciano( frames, ad esempio), desistono.

ultimo nastro nella notte di krapp

io sono krapp io mi sento come krapp   

io non ho nastri

krapp registrava nastri

beckett e beckett e ancora

e nessuno ha tempo

atroce la parte di tempo che si fa non-tempo

mistifico mistifichiamo

solitudine che occulto

Corro dalle scadenze, loro, in me ripongono speranze.

la perla come la luna, se calante o crescente, si vedrà

Il desiderio declinato. E la notte. E le luci di QUELLA notte

sulla pelle inesorabilmente segnando tracce

Variazioni

polvere sangue e ferro, le dita ferite   

notare la foto ( insieme alle parole, alle parole accanto)

(questa beckett -ossessione non so se possa essere ancora guaribile)

e’ questo, è il teatro dell’assurdo che si è fatto carne, come il verbo, come tutti i verbi, e anche i soggetti.

tante parole da rinnovare, spolverare, rendere strumento

disattenta traballo

cerco in immaginabili evidenze tangibili

in immaginabili forme manifesti

cerco soltanto paradisi

corteggio il calore di abissi che sembrano inferni

fra desistenze sofferenze e seduzioni

per affondare fra gli umori cangianti

c’e solitudine fuori ma una folla dentro .me. qui.

volevo strappare  all’oblio un esperimento in tempo reale

Falsato da note e da fabbricanti di sogni

Ricordo forgiato su ansie e bisogni

Voglia di carezze, ancora.

Corteggiare le destinazioni irrequiete

Corteggiare la pericolosità

Ho scritto non è mai abbastanza nulla è mai abbastanza.

(editing Antonio Prenna)

Advertisements

Tag: , ,

2 Risposte to “RETWITTING”

  1. Rosetta Savelli Says:

    Nel bel mezzo di questa seducente Beckett – ossessione dalla quale forse Francesca non guarirà mai, commuove quando la bellezza diventa bellezza che fa male, fra i sussulti di cose verdi non di carta velina ma di cose vere e non aleatorie e volatili. Rosetta

  2. IN UN TWEET « CANTIERE PERMANENTE Says:

    […] Antonio Prenna nel suo “Cantiere Permanente” mi ha coinvolto in questo stimolante esperimento, RETWITTING, che si è sviluppato anche qui.  Io avevo fatto un esperimento simile, qui, su Erotic Notes, […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: